Dimensione del testo:
Aggiornato il: Domenica, Novembre 18 2018

Proteste chiamate contro il Procuratore generale di Trump

Contenuti da: Voce dell'America

Gli organizzatori chiedono proteste in tutti gli Stati Uniti giovedì in risposta al trasferimento del presidente Donald Trump per licenziare il procuratore generale Jeff Sessions e sostituirlo con qualcuno che ha criticato pubblicamente l'inchiesta sull'interferenza delle elezioni russe e sulla possibile ostruzione della giustizia da parte del presidente.

Le proteste sono pianificate per ciascuno degli Stati Uniti di 50 e anche per i territori degli Stati Uniti, Porto Rico e Isole Vergini americane. Gli organizzatori chiedono alle persone di registrarsi su un sito Web per segnalare la loro presenza, ma non è chiaro a quante persone parteciperà.

La protesta di Washington si svolgerà di fronte alla Casa Bianca.

Sessions ha annunciato le sue dimissioni mercoledì su richiesta di Trump, e il presidente ha scelto il capo dello staff di Sessions Matthew Whitaker come sostituto procuratore generale.

Gli organizzatori chiedono a Whitaker di ricusarsi per aver supervisionato le indagini del consulente speciale Robert Mueller, citando le sue passate dichiarazioni critiche che dicono mostrano chiari conflitti di interesse. Vogliono anche che il Congresso prenda misure per proteggere l'ufficio del consulente speciale.

Whitaker ha detto durante la sua esperienza come commentatore per la rete televisiva via cavo della CNN che la sonda Mueller dovrebbe essere limitata e che se le Sessioni fossero state licenziate un nuovo procuratore generale potrebbe tagliare i finanziamenti di Mueller al punto che l'indagine si fermerebbe.

Ha anche detto che non ci sono prove concrete a sostegno delle accuse che Trump ha ostacolato la giustizia, e in un articolo di opinione per La Collina giornale ha detto che Trump ha fatto la "decisione giusta" licenziando il direttore dell'FBI James Comey in 2017.

In quel momento, comey, stava conducendo le indagini dell'FBI sull'ingerenza delle elezioni in Russia, e il suo licenziamento portò a congetture che Trump lo fece per ostacolare la sonda. Giorni dopo aver cacciato Comey, Trump ha detto che stava pensando a "questa cosa della Russia" quando ha deciso di licenziarlo. Mueller fu presto nominato per occuparsi delle indagini.

Trump ha ripetutamente criticato la sonda di Mueller, definendola una "caccia alle streghe" e negando di aver ostacolato la giustizia o che la sua campagna fosse collusa con la Russia.

Collegarsi con US

Iscriviti alla nostra Newsletter