Dimensione del testo:
Aggiornato il: Lunedi, 17 dicembre 2018

La Cina dice in "Comunicazione" nel rapporto di Trump-Xi Meet

Contenuti da: Voce dell'America

PECHINO -

La Cina ha detto venerdì che è in contatto con gli Stati Uniti tra le notizie di un incontro programmato tra il presidente Xi Jinping e il presidente Donald Trump il mese prossimo a seguito di un'immersione negli Stati Uniti

mercato azionario accusato in parte da una crescente guerra commerciale tra le due maggiori economie del mondo.

Il portavoce del ministero degli Esteri Lu Kang non ha offerto alcuna precisazione, ma ha affermato che "ho visto anche le relazioni pertinenti".

"La Cina e gli Stati Uniti mantengono la comunicazione su dialoghi e scambi a tutti i livelli", ha detto ai giornalisti Lu in un briefing quotidiano.

L'incontro segnalato avrebbe avuto luogo durante il summit G-20 in Argentina a fine novembre.

Il Wall Street Journal e il Washington Post hanno entrambi citato alcuni funzionari che dicono che Trump ha deciso di procedere all'incontro con Xi. Il principale consigliere economico di Trump, Larry Kudlow, ha detto a CNBC giovedì che "C'è un po 'di movimento verso" un incontro al G-20.

"Hanno molto di cui parlare. Quindi vedremo ", ha detto Kudlow.

Gli indici globali hanno guadagnato venerdì dopo i loro recenti forti cali, sulla base della possibile riunione presidenziale, insieme a forti dati sulle esportazioni cinesi.

L'indice giapponese Nikkei 225 ha guadagnato 0.5 per cento rispetto a 22,694.66 dopo essere caduto nelle prime ore del giorno e dopo una perdita di quasi 4 giovedì.

Hang Seng di Hong Kong ha fatto salire 2.1 per cento a 25,801.49. L'indice Shanghai Composite ha avanzato la percentuale di 0.9 su 2,606.91. Le azioni sono state recuperate a Taiwan e sono aumentate nel sud-est asiatico.

Wall Street era pronto per un'apertura ottimistica dopo due giorni di forti perdite. I future S & P 500 hanno guadagnato 0.8 per cento rispetto a 2,766.80. I futures Dow sono saliti del 0.8 per cento a 25,378.00.

Un uomo passa davanti a una scheda elettronica che mostra l'indice azionario di Hong Kong fuori da una banca A Hong Kong, ottobre 11, 2018. I mercati asiatici sono caduti giovedì, ma hanno recuperato un po 'il venerdì.
Un uomo passa davanti a una scheda elettronica che mostra l'indice azionario di Hong Kong fuori da una banca A Hong Kong, ottobre 11, 2018. I mercati asiatici sono caduti giovedì, ma hanno recuperato un po 'il venerdì.

Quello è seguito a un delitto che ha cancellato più di 1,300 punti dal Dow per due giorni e ha trascinato l'S & P 500 verso il basso più del 5 per cento.

Riferisce che il segretario al Tesoro Usa Steven Mnuchin ha sconsigliato di etichettare la Cina come un manipolatore di valuta - uno stato che potrebbe scatenare sanzioni - anche come allentamento delle tensioni.

Tuttavia, le prospettive restano molto incerte sul fatto che gli Stati Uniti si stiano preparando a considerare di aumentare le tariffe di penalizzazione su circa $ 250 miliardi di prodotti cinesi, innescando ritorsioni da parte della Cina.

La faida commerciale è stata alimentata dalle accuse degli Stati Uniti che la Cina costringe le compagnie straniere a consegnare la tecnologia in cambio dell'accesso al mercato cinese, così come dal surplus commerciale della Cina con gli Stati Uniti

Tale eccedenza si è ampliata a $ 34.1 miliardi a settembre, poiché le esportazioni verso il mercato americano sono aumentate del 13 per cento da un anno prima a $ 46.7 miliardi, in lieve calo rispetto alla crescita percentuale di 13.4 di agosto. Le importazioni di beni americani sono aumentate del 9 per cento a $ 12.6 miliardi, in calo rispetto alla crescita percentuale di 11.1 di agosto.

Le esportazioni cinesi verso gli Stati Uniti hanno almeno temporaneamente sfidato le previsioni che si sarebbero indebolite dopo essere state colpite da tariffe punitive statunitensi fino al 25%.

Settembre ha segnato il secondo surplus commerciale mensile cinese record con gli Stati Uniti dopo il miliardo di $ 31 di agosto.

I numeri delle esportazioni sono stati sostenuti dai produttori che si affrettavano a riempire gli ordini prima che aumentassero le tariffe americane, ma beneficiano anche della "robusta domanda degli Stati Uniti" e di una moneta cinese più debole, che rende i loro prodotti più economici all'estero, ha detto Louis Kuijs di Oxford Economics in un rapporto.

Quest'anno lo yuan cinese ha perso quasi il 10 del suo valore rispetto al dollaro americano. Ciò ha suggerito che Pechino potrebbe indebolire il tasso di cambio per aiutare gli esportatori, ma ciò potrebbe danneggiare l'economia cinese incoraggiando un deflusso di capitali. La banca centrale ha rafforzato i controlli sul commercio di valute per evitare ulteriori cali.

Le relazioni tra Cina e Stati Uniti sono state anche scottate dalle accese obiezioni di Pechino al sostegno degli Stati Uniti a Taiwan, alla democrazia isolana autogovernata che rivendica come territorio nazionale, così come alla rivendicazione cinese di quasi tutto il Mar Cinese Meridionale, dove gli Stati Uniti dicono un cinese Il cacciatorpediniere arrivò aggressivamente vicino a una nave della Marina Militare degli Stati Uniti alla fine del mese scorso, costringendolo a manovrare per evitare una collisione.

Il vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, ha anche accusato Pechino la scorsa settimana di voler interferire nelle elezioni di metà mandato degli Stati Uniti che si terranno il prossimo mese.

Trump ha fatto accuse simili, anche se gli esperti di sicurezza dicono di non sapere di nessuna operazione di influenza cinese paragonabile alle attività russe durante le elezioni presidenziali 2016.

Collegarsi con US

Iscriviti alla nostra Newsletter