Dimensione del testo:
Aggiornato il: Sabato, Ottobre 20 2018

Al-Shabab esegue 5 accusato di spionaggio

Contenuti da: Voce dell'America

I militanti della Somalia al-Shabab hanno giustiziato cinque uomini, tra cui un cittadino britannico, accusati di spionaggio per agenzie di intelligence statunitensi, britanniche e somale.

Un tribunale di al-Shabab nella città di Jilib ha condannato gli uomini martedì.

I cinque sono stati giustiziati da un plotone di esecuzione in una piazza intitolata ad Aden Hashi Ayrow, un leader degli Shabab ucciso da un attacco missilistico statunitense a maggio 2008.

Mercoledì, al-Shabab ha identificato uno dei giustiziati come Mohammed Ahmed Mohamed, un cittadino di 32, un cittadino britannico che ha lasciato Londra per unirsi al gruppo.

Al-Shabab ha arrestato Mohamed nel tardo 2015, accusandolo di spionaggio per l'intelligence britannica e di essere un capobanda per i combattenti filo-islamici all'interno del gruppo.

Due disertori che lo conoscevano dissero al VOA somalo che era stato torturato da al-Shabab mentre era sotto la loro custodia. "Fu torturato fino all'estremo, non riuscì a riconoscere i suoi amici nella prigione", disse un disertore.

A novembre 2013, Mohammed Ahmed Mohamed è fuggito dalla Gran Bretagna usando un burqa come travestimento, sebbene fosse sotto sorveglianza per attività terroristiche.

A quel tempo, le autorità britanniche erano imbarazzate dalla sua fuga perché era soggetto alle cosiddette misure di prevenzione e indagine sul terrorismo (TPIM) che comportano il coprifuoco e le restrizioni di viaggio.

Tre degli altri uomini giustiziati martedì sono stati accusati di spionaggio per l'intelligence USA. Al-Shabab li identificò come Abdi Aziz Abdi Salam Sheikh Hassan, 22; Mohamed Abdullahi Awil, 35; e Jeylani Abdullahi Nur, 36.

Secondo la corte di Shabab, Hassan ha ammesso di aver piantato un dispositivo di localizzazione nella borsa di un comandante militante.

Awil è stato accusato di coinvolgimento in un attacco aereo statunitense che ha ucciso i militanti nella città di Saakow.

Secondo la corte, Nur ha detto di aver piantato dispositivi di localizzazione su due veicoli al-Shabab che sono stati poi presi di mira dagli attacchi aerei statunitensi e ha ammesso di aver passato informazioni sulle case dei jihadisti alle autorità somale.

Il quinto uomo giustiziato fu identificato come Abdulkadir Isaq Amin, 23. Al-Shabab lo ha accusato di spionaggio per l'intelligence somala. Stava raccogliendo informazioni sui movimenti militanti per le autorità somale nella regione del Basso Jubba, secondo il giudice.

Gli Stati Uniti hanno effettuato attacchi aerei 25 in Somalia quest'anno, tutti mirati ai militanti Shabab. L'ultimo sciopero ha avuto luogo ad ottobre 6 nelle vicinanze di Kunyo Barrow, nella regione di Lower Shabelle. L'esercito americano dice che un militante è stato ucciso.

Collegarsi con US

Iscriviti alla nostra Newsletter