Dimensione del testo:
Aggiornato il: Sabato, Ottobre 20 2018

Corker vede "Opzioni" per le relazioni USA-Venezuela dopo la visita

Contenuti da: Voce dell'America

WASHINGTON -

Il presidente della Commissione per le relazioni estere del Senato degli Stati Uniti ha detto che ha visto diverse opzioni per la difficile relazione di Washington con il Venezuela, dopo aver fatto una visita rara da parte degli Stati Uniti migliori

ufficiale di Caracas.

Il senatore Bob Corker ha incontrato il presidente venezuelano Nicolas Maduro e altri funzionari venezuelani e gruppi di opposizione domenica e lunedì.

"Ho avuto un ottimo incontro con Maduro", ha detto il parlamentare repubblicano ai giornalisti al Senato degli Stati Uniti poco dopo il ritorno dalla nazione sudamericana, le cui relazioni con gli Stati Uniti sono state scarse da anni.

Corker ha rifiutato di discutere i risultati specifici della sua visita, sebbene abbia affermato di non aver discusso la politica delle sanzioni. Ha detto che aveva in programma di organizzare un incontro presto con il Segretario di Stato Mike Pompeo sul viaggio.

"Siamo andati giù per avere un'idea di come andare avanti e ci sono un paio di opzioni: un'opzione è continuare a fare esattamente quello che stiamo facendo, e forse c'è un'altra opzione o due", ha detto Corker.

Ha anche incontrato membri del Boston Group, una rete di legislatori statunitensi e venezuelani che ha mantenuto relazioni tra il governo e l'opposizione di Caracas da 2000.

Gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni alla moglie di Maduro e a molti dei suoi principali alleati due settimane fa, quando il presidente Donald Trump ha esortato i membri delle Nazioni Unite a sostenere un "ripristino della democrazia" nel paese un tempo in forte espansione, membro dell'OPEC.

La mossa ha aumentato la pressione sul governo di Maduro, che è ampiamente criticato per il collasso economico e minando la democrazia. Ma non ha materialmente modificato gli sforzi di Washington per far pressione sui sostenitori del Partito socialista venezuelano che non hanno mostrato alcuna volontà di consegnare il potere o negoziare una transizione.

Maduro ha detto di essere vittima di una "guerra economica" guidata da avversari appoggiati dagli Stati Uniti. Egli nega la limitazione delle libertà politiche, insistendo sul fatto che i leader dell'opposizione hanno pianificato tentativi di assassinio e hanno cercato di rovesciarlo attraverso violente proteste di piazza.

L'ultima volta che Corker ha visitato il Venezuela, a maggio, ha assicurato il rilascio del cittadino statunitense Joshua Holt.

Collegarsi con US

Iscriviti alla nostra Newsletter