Dimensione del testo:
Aggiornato il: Lunedi, 18 marzo 2019

Piani di opposizione del Venezuela per ottenere denaro dal fondo degli Stati Uniti

Contenuti da: Voce dell'America

CARACAS -

Mercoledì l'opposizione venezuelana ha dichiarato che utilizzerà un fondo con sede negli Stati Uniti per ricevere parte delle entrate petrolifere del paese in un passo fondamentale per finanziare i suoi sforzi per rimuovere

Il presidente Nicolas Maduro.

Il fondo riceverà il reddito accumulato dalla compagnia petrolifera statale PDVSA, l'unità statunitense Citgo Petroleum Corp, dal mese scorso, quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump riconobbe Juan Guaido come capo di stato legittimo del Venezuela, ha detto a Reuters il legislatore dell'opposizione Carlos Paparoni.

Guadio, capo dell'Assemblea nazionale venezuelana, lo scorso mese si è dichiarato governatore ad interim del paese sudamericano.

Il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca John Bolton ha detto oggi che gli Stati Uniti prenderebbero in considerazione l'ipotesi di revocare le sanzioni agli alti ufficiali militari venezuelani se riconoscessero Guaido come leader ad interim. "Altrimenti, la cerchia finanziaria internazionale sarà completamente chiusa", ha scritto Bolton su Twitter.

A parte un generale anziano, che ha riconosciuto Guaido in un video e ha esortato altri nell'esercito a fare lo stesso, la maggior parte dei migliori ufficiali militari venezuelani non sono stati disertati da Maduro. Citgo, l'ottavo più grande raffinatore degli Stati Uniti e la migliore risorsa estera del Venezuela, è nel mezzo di un braccio di ferro mentre gli Stati Uniti hanno fatto mosse aggressive per rimuoverlo dal controllo di Maduro e imposto sanzioni all'industria petrolifera venezuelana.

"Questo è già abbastanza avanzato, spero che la prossima settimana possa essere annunciato dal nostro rappresentante negli Stati Uniti", ha detto Paparoni, anche se non ha fornito dettagli sulla natura del fondo statunitense o dell'istituto finanziario coinvolto.

La pressione sta costruendo su Maduro, un socialista, per rassegnare le dimissioni nel mezzo di una crisi economica caratterizzata da carenze generalizzate e iperinflazione. Maduro è stato rieletto l'anno scorso in un voto che i critici hanno definito una finzione.

Yon Goicoechea, membro del team di policy di Guaido, ha detto a Reuters che Guaido era in contatto con i partner internazionali di PDVSA e che erano disposti a continuare a operare in Venezuela. Non ha identificato i partner.

La squadra di Guaido sta pianificando un governo post-Maduro con un accordo di emergenza per fornire carburante a livello nazionale, data la diffusa penuria in tutto il Venezuela, ha detto Goicoechea.

La maggior parte dei paesi latinoamericani ed europei riconoscono anche Guaido, anche se l'Italia finora non lo ha fatto. Guaido ha raggiunto la coalizione di governo italiana chiedendo il suo sostegno.

Maduro, che mantiene il controllo sullo stato, denuncia Guaido come un fantoccio degli Stati Uniti che sta cercando di fomentare un colpo di stato contro di lui. È sostenuto dalla Cina e dalla Russia, mentre la Slovacchia mercoledì si è unito all'Italia per sfidare l'azione coordinata delle nazioni dell'Unione Europea e degli Stati Uniti.

Vendite d'oro

L'opposizione ha anche cercato di impedire al governo di vendere oro, ritenendo che stia usando il ricavato per cercare di rimanere solvibile mentre le sanzioni tagliano altri flussi di entrate.

Ma il governo di Maduro l'anno scorso ha venduto tonnellate di oro 73 alla Turchia e agli Emirati Arabi Uniti senza la necessaria approvazione dell'Assemblea nazionale guidata dall'opposizione, ha detto Paparoni in una conferenza stampa. La società di investimento di Abu Dhabi Noor Capital ha acquistato la più grande quantità, 27.3 tonnellate di oro, e una società turca ha acquistato tonnellate 23.9, ha detto Paparoni.

"Continueremo a lavorare in modo tale da non poter vendere un grammo di oro in più", ha detto Paparoni.

Il Venezuela aveva riserve auree di 132 tonnellate tra i caveau della banca centrale e la Banca d'Inghilterra alla fine di novembre, secondo i dati della banca centrale.

Il ministero dell'Informazione del Venezuela non ha risposto immediatamente alle richieste di commento. Noor Capital ha detto che "non intraprende transazioni illegali o proibite".

Nei giorni scorsi, almeno cinque petroliere che trasportavano benzina, gasolio per la produzione di energia e nafta sono stati condannati a scaricare nei porti venezuelani mentre le scorte di carburante diminuiscono. La PDVSA ha emesso ordinanze del tribunale per la maggior parte delle navi cisterna per lo scarico, secondo le fonti di spedizione e PDVSA.

Guaido ha chiesto ai leader della coalizione di governo italiani in una lettera di incontrare i suoi rappresentanti mentre cerca il loro esplicito sostegno. La Lega hard-right italiana ha espresso un forte sostegno a Guaido, ma il partner della coalizione 5-Star Movement non lo ha fatto, rendendo l'Italia l'unica grande nazione dell'Unione europea a non riconoscerlo come capo provvisorio di stato del Venezuela.

Il capo della lega e l'ufficio del vice premier Matteo Salvini hanno detto mercoledì che incontrerà gli inviati di Guaido a febbraio 11.

Mentre i paesi del mondo si schierano per sostenere Maduro o Guaido, le Nazioni Unite hanno messo in guardia dall'utilizzare gli aiuti come pedina. Gli Stati Uniti hanno inviato cibo e medicine al confine con il Venezuela, anche se non è chiaro come riuscirà a superare le obiezioni di Maduro.

"L'azione umanitaria deve essere indipendente da obiettivi politici, militari o di altro tipo", ha detto ai giornalisti a New York il portavoce delle Nazioni Unite Stephane Dujarric.

Il Comitato internazionale della Croce Rossa ha raddoppiato il suo bilancio in Venezuela nelle ultime settimane e sta anche aiutando i migranti venezuelani nella vicina Colombia e Brasile, ha dichiarato il presidente del CICR Peter Maurer a Ginevra.

Collegarsi con US

Iscriviti alla nostra Newsletter