Dimensione del testo:
Aggiornato il: Lunedi, 17 dicembre 2018

Esperti: l'urbanizzazione peggiorerà la crisi abitativa

Contenuti da: Voce dell'America

LOS ANGELES -

Vicino a 70 la percentuale dei residenti del mondo vivrà nelle città entro la metà del secolo, secondo recenti Figure delle Nazioni Unitee gli esperti avvertono che una popolazione esplosiva esacerberà una crisi abitativa in alcune regioni.

I funzionari prevedono che le città globali potrebbero crescere di 2.5 miliardi di persone da 2050, sottolineando la necessità di intervenire su alloggi e altre questioni urbane.

Da Los Angeles, dove i poverissimi sono stati costretti ad abbandonare il costoso mercato immobiliare e ad accamparsi su strade rivestite di tende in alcuni quartieri del centro, a Mumbai, una città di quasi 20 milioni dove molti vivono in baraccopoli, le città lottano con le abitazioni.

È un problema in posti ricchi come il corridoio tecnologico della California, popolarmente conosciuta come Silicon Valleye in megalopoli come Lagos, in Nigeria, ospita oltre 20 milioni.

FILE - Le macchine e gli operai delle costruzioni sono visti nella nuova capitale amministrativa dell'Egitto, a nord del Cairo, in Egitto, nell'ottobre 18, 2017.
FILE - Le macchine e gli operai delle costruzioni sono visti nella nuova capitale amministrativa dell'Egitto, a nord del Cairo, in Egitto, nell'ottobre 18, 2017.

Centri urbani popolari

La gente sta affollando i centri urbani, dice Kevin Klowden, che dirige il Centro per l'economia regionale e il Centro California presso il Milken Institute, un'istituzione di ricerca. Non è solo che le grandi città "sono dove i posti di lavoro ben pagati sono", ha detto, "ma in ultima analisi, per le opportunità di interazione, per il progresso, le opportunità di accesso alle risorse".

Per alleviare la congestione, alcuni paesi hanno costruito e altri stanno costruendo nuove capitali. Nigeria, Myanmar, Kazakistan e Tanzania hanno spostato i loro centri amministrativi negli ultimi decenni, e l'Egitto sta costruendo una nuova capitale ad est del Cairo.

"Hanno provato a sviluppare nuove città artificiali quando hanno avuto i soldi per gli investimenti", dice Klowden degli sforzi, "ma funziona fino ad ora".

La gente vuole essere dove si trova l'azione, ha detto, nei centri urbani come Tokyo. Un agglomerato di milioni 37, Tokyo è la città più grande del mondo, osserva il rapporto delle Nazioni Unite pubblicato lo scorso maggio. New Delhi segue con 29 milioni di residenti e Shanghai con 26 milioni. Città del Messico, San Paolo, Il Cairo, Mumbai, Pechino e Dhaka si siedono su entrambi i lati del marchio 20 milioni.

FILE - I residenti si accodano per riempire i contenitori con acqua proveniente da una fonte di acqua sorgiva naturale a Città del Capo, Sudafrica, febbraio 2, 2018.
FILE - I residenti si accodano per riempire i contenitori con acqua proveniente da una fonte di acqua sorgiva naturale a Città del Capo, Sudafrica, febbraio 2, 2018.

Megalopoli 43

Con 2030, si prevede che il mondo abbia megacities 43 di oltre 10 milioni di residenti, anche se il rapporto rileva che i problemi urbani non sono limitati alle megalopoli. La rapida crescita si verificherà anche in alcune regioni urbane più piccole. Secondo 2020, la popolazione di Tokyo dovrebbe iniziare a declinare e India, Cina e Nigeria rappresenteranno un terzo dell'espansione urbana progettata da 2050.

La crescita arriva quando le città affrontano un ambiente che cambia e altre sfide, dall'innalzamento del livello del mare alla mancanza di acqua potabile. Cape Town, in Sudafrica, è sopravvissuta per un breve periodo a una crisi idrica da 2015 a 2017 attraverso una stretta conservazione e le precipitazioni necessarie, mentre San Paolo, in Brasile, ha quasi esaurito l'acqua in 2014 e 2015.

"È spesso il caso che la crescita preceda i piani per accogliere la crescita, e talvolta le normative sull'uso del territorio riflettono un'era precedente", ha detto lo specialista dello sviluppo Eric Heikkila, che dirige l'ufficio di Global Engagement presso la University of Southern California's Price School of Public Politica. A volte i regolamenti di zoning mancano il bersaglio, ha detto, mentre i funzionari cercano di bilanciare le variabili dello spazio disponibile con il reddito dei residenti.

Le persone possono essere sfollate a causa di un conflitto, non avere alcun diritto sulla loro terra, o non avere istituti di credito disposti ad aiutarli a finanziare una casa. Il La Banca Mondiale dice solo la percentuale 30 dei diritti di utilizzo del suolo è registrata o registrata in tutto il mondo.

L'ex presidente Jimmy Carter e la first lady Rosalynn Carter lavorano a una casa di Habitat for Humanity per Ericka Santiestepan e i suoi due figli piccoli a Mishawaka, Indiana.
L'ex presidente Jimmy Carter e la first lady Rosalynn Carter lavorano a una casa di Habitat for Humanity per Ericka Santiestepan e i suoi due figli piccoli a Mishawaka, Indiana.

"Quindi, le cose che diamo per scontate negli Stati Uniti, come la mia casa, ho titolo per questo, che è spesso una barriera per le persone, specialmente le donne e emarginate nei paesi", ha detto Tjada McKenna, direttore operativo per la casa carità di costruzione Habitat for Humanity International. "Le politiche pubbliche sono davvero importanti", ha affermato.

Iniziative private, come Habitat for Humanity, stanno aiutando L'ente di beneficenza recluta volontari per costruire case, arruolando il loro sostegno in questioni più generali in materia di alloggi. Ha fornito alloggi per oltre 13 milioni di persone sin dalla sua fondazione in 1976. I più famosi volontari di Habitat sono l'ex presidente americano Jimmy Carter e sua moglie, l'ex first lady Rosalynn Carter.

Al di fuori degli Stati Uniti, l'organizzazione ha programmi di microcredito, "quindi permettiamo alle famiglie di rendere vivibili le loro case", ha detto McKenna. "Con quelli (prestiti), le persone stanno installando servizi igienici o cucinano stufe o altro."

L'alloggio è legato ai "risultati scolastici, ai risultati sulla salute e al potenziale di reddito", ha aggiunto, sottolineando la sua importanza.

FILE - Un aereo passeggeri della Air China si appresta ad atterrare all'aeroporto internazionale Capital di Pechino come capitale della Cina attraverso lo smog pesante, il Dec. 21, 2016.
FILE - Un aereo passeggeri della Air China si appresta ad atterrare all'aeroporto internazionale Capital di Pechino come capitale della Cina attraverso lo smog pesante, il Dec. 21, 2016.

altre sfide

In Cina, molte grandi città soffrono di inquinamento atmosferico "a livelli allarmanti", ha detto Heikkila dell'USC, e nonostante gli sforzi del governo, molte città "stanno iniziando a gemere sotto il loro stesso peso", ha detto.

In tutto il mondo in via di sviluppo, dove le città esplodono senza un numero sufficiente di alloggi, "ma c'è una terra", Klowden del Milken Institute ha detto, "si prendono baracche costruite, alloggi temporanei che diventano permanenti", soluzioni che ha detto che peggiorano il problema.

Nell'affrontare i problemi di sviluppo, ogni città è diversa, ha detto Heikkila.

"È al suo stadio di sviluppo. Ha una sua configurazione, una configurazione geografica, ha le sue forze economiche al lavoro, ha le sue istituzioni in gioco, ha una sua storia ", ha detto.

E le soluzioni, dicono questi esperti, devono essere costruite città per città.

Collegarsi con US

Iscriviti alla nostra Newsletter