Dimensione del testo:
Aggiornato il: Lunedi, 17 dicembre 2018

L'OMS si ferma alla vendita illegale di tabacco

Contenuti da: Voce dell'America

GINEVRA -

Parti a un nuovo trattato globale per combattere la vendita illecita di prodotti del tabacco hanno fatto i primi passi verso l'abbattimento di questo commercio multimiliardario. In un incontro di tre giorni presso la sede dell'Organizzazione mondiale della sanità a Ginevra hanno delineato un piano per chiudere il lucroso mercato del tabacco nero.

Un trattato globale sul tabacco (Protocollo per eliminare il commercio illegale di prodotti del tabacco) è entrato in vigore a settembre 25, con l'adesione dei paesi 48 al nuovo protocollo, che fa parte della convenzione quadro dell'OMS per il controllo del tabacco (FCTC). Due terzi delle parti hanno promulgato o rafforzato la legislazione nazionale volta a contrastare il commercio illecito di prodotti del tabacco.

Le parti presenti alla riunione hanno istituito un gruppo di lavoro per creare un sistema di monitoraggio per tracciare e tracciare il movimento dei prodotti del tabacco. Sperano che questo sistema di condivisione delle informazioni globale sia attivo e funzionante da 2023.

Il capo della segreteria della FCTC, Vera da Costa e Silva, afferma che il commercio illecito è dovuto a una delle sigarette 10 consumate. Dice che queste sigarette sono a basso prezzo e più convenienti per i giovani e le popolazioni vulnerabili. Dice che questo comporta un aumento del consumo del prodotto tossico da parte di questi gruppi.

Ha detto al VOA che il mercato nero del tabacco prospera sia nei paesi ricchi che in quelli poveri, ma è un problema molto più grande nei paesi in via di sviluppo.

"Nelle strade dei paesi in via di sviluppo, è possibile vedere in tutto il mondo le vendite di commercio illecito di prodotti del tabacco. Sono apertamente nei loro mercati ... Quando si parla di distribuzione, questo è legato alle vendite di strada, al bootlegging e anche ai confini e persino alle vendite da e per i minori. Questo è un vero problema del commercio illecito di prodotti del tabacco ", ha detto.

Da Costa e Silva ha detto che questo fiorente commercio illegale mina le politiche di controllo del tabacco e la salute pubblica. Ha detto che alimenta anche la criminalità organizzata e aumenta i profitti del tabacco attraverso l'evasione fiscale, con conseguenti perdite sostanziali delle entrate dei governi.

Ha detto che gli studi mostrano che i governi perdono ogni anno $ 31 miliardi di tasse dal traffico illegale di prodotti del tabacco.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità riferisce che ogni anno sette milioni di persone muoiono prematuramente per cause legate al tabacco.

Collegarsi con US

Iscriviti alla nostra Newsletter