Dimensione del testo:
Aggiornato il: Giovedi, 13 dicembre 2018

L'equipaggio spaziale statunitense-russo rende l'atterraggio di emergenza

Contenuti da: Voce dell'America

Un equipaggio russo-statunitense a bordo di un veicolo spaziale Soyuz ha fatto in modo sicuro un ritorno di emergenza sulla Terra poco dopo il lancio su quella che doveva essere una missione per la Stazione Spaziale Internazionale.

L'US National Aeronautics and Space Administration (NASA) ha detto che c'è un problema con la ripetizione della navicella spaziale dopo la sua partenza giovedì dal cosmodromo dell'era sovietica a Baikonur, in Kazakhstan.

La Soyuz si è separata dal booster prima di tornare in quella che la NASA ha definito una "discesa balistica", il che significa che è entrata con un'angolazione più netta del normale con l'equipaggio che ha sperimentato forze gravitazionali più elevate.

La NASA ha detto che i soccorritori hanno raggiunto l'equipaggio dell'astronauta Nick Hague e Alexis Ovchinin di Roscosmos dopo essere atterrati in Kazakistan, ed entrambi erano in buone condizioni.

Il capo della NASA Jim Bridenstine ha detto che la sua squadra sta lavorando con le loro controparti russe.

"La sicurezza dell'equipaggio è la massima priorità per la NASA. Sarà condotta un'indagine approfondita sulla causa dell'incidente", ha dichiarato Bridenstine in una nota.

Funzionari russi hanno detto che tutte le missioni di volo spaziale con equipaggio saranno sospese fino a quando gli investigatori non capiranno cosa è andato storto.

Collegarsi con US

Iscriviti alla nostra Newsletter