Dimensione del testo:
Aggiornato il: Mercoledì, Agosto 22 2018

Le donne sono la chiave per aggiustare il sistema alimentare globale

Contenuti da: Inter Press Service

Danielle Nierenberg è fondatrice e presidente di Food Tank. Emily Payne è una scrittrice di alimenti e agricoltura con sede a New York

NEW ORLEANS, Stati Uniti, Jul 10 2018 (IPS) - Secondo l'ONU

Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura, le donne costituiscono circa il 43 per cento della manodopera agricola mondiale, e in alcuni paesi costituiscono il 80 per cento di tutti gli agricoltori. Oltre a coltivare le colture, la maggior parte delle donne, in particolare nel Sud del mondo, sono anche responsabili del risparmio di sementi, dell'allevamento, della lavorazione del grano e di altre attività legate alla crescita del cibo. Questo è oltre a cucinare, pulire e prendersi cura di anziani e bambini malati. Sono le contadine che producono il cibo che le famiglie mangiano. Mentre gli agricoltori maschi si concentrano spesso sulla coltivazione di colture come mais, riso e soia, le donne coltivano frutta, verdura e piccoli animali che nutrono ogni giorno le famiglie.

Ma se le donne avessero lo stesso accesso alle risorse degli uomini, potrebbero aumentare i loro attuali rendimenti da 20 a 30 per cento: ciò toglierebbe a 150 milioni di persone dalla fame. Quindi, se si considera la crisi del sistema alimentare globale, le donne dovrebbero essere in cima alla mente.

Se le donne avessero lo stesso accesso alle risorse degli uomini, potrebbero aumentare i loro attuali rendimenti da 20 a 30 per cento: ciò toglierebbe a 150 milioni di persone dalla fame. Quindi, se si considera la crisi del sistema alimentare globale, le donne dovrebbero essere in cima alla mente

Nourished Planet, un nuovo libro pubblicato dal Barilla Center for Food & Nutrition, evidenzia storie di successo attraverso gli sforzi delle donne in agricoltura in tutto il mondo. Gli esempi vanno da studentesse di dottorato in Giamaica che sviluppano laboratori per piccoli agricoltori sulle strategie di irrigazione adattive al clima alle donne che producono latte in Ghana che iniziano una cooperativa per pagare l'assistenza sanitaria e l'istruzione dei propri figli.

Il libro continua a sottolineare che, in tutto il mondo, le donne spesso hanno poca influenza sulle proprie vite. Spesso mancano lo stesso accesso alle risorse - come i terreni, i servizi bancari e finanziari, l'istruzione e i servizi di estensione - come agricoltori maschi. E in molti paesi, le donne non sono autorizzate a possedere terre o persino a ereditare la loro terra.

Poiché gli agricoltori di tutto il mondo stanno invecchiando, le donne devono essere in grado di assumere il loro legittimo ruolo di leader della loro terra, fattoria e famiglia. L'età media dell'agricoltore americano è di 57 anni; in Africa, l'agricoltore medio è 60. Quando i loro mariti muoiono, dobbiamo assicurarci che le donne di queste famiglie siano in grado di mantenere la terra in cui sono cresciute, coltivate e vissute per molte generazioni.

Le strutture di potere tradizionali nel sistema alimentare ignorano o sottovalutano i ruoli vitali delle donne. Le donne hanno bisogno di essere riconosciute per la loro parte nel nutrire il mondo oggi, oltre a essere autorizzate a far crescere i loro contributi nel futuro.

Le donne sono la chiave per aggiustare il sistema alimentare globale

In tutto il mondo, le donne stanno prendendo le cose nelle loro mani formando cooperative e organizzazioni non governative e innovando la loro strada verso un futuro sostenibile.

Il programma Women in Agriculture in Nigeria collega le donne a servizi di estensione vitale e l'iniziativa Women Advancing Agriculture Initiative promuove l'uguaglianza di genere e l'accesso alle informazioni per le donne in Ghana. In America, la rete Women in Food & Ag sta cercando di creare una rete globale per offrire opportunità di educazione economica e ambientale che promuovano una visione olistica dell'agricoltura.

Le donne contadine stanno permettendo ai governi, ai responsabili delle politiche e ai loro mariti, fratelli, padri e figli di sapere che ignoriamo le donne nel sistema alimentare a nostro rischio e pericolo.

Un sistema alimentare e agricolo economicamente sostenibile, ecologicamente sostenibile e socialmente giusto è alla nostra portata. Ma è essenziale per gli agricoltori, i mangiatori, le imprese, i politici, gli accademici, i finanziatori e chiunque sia interessato a contribuire a un sistema alimentare per valorizzare e sostenere le donne a continuare a coltivare il cibo, nutrire i nostri corpi e il pianeta e innovare nel sistema alimentare modificare.

Segui @DaniNierenberg
Segui @erpayne

Collegarsi con US

Iscriviti alla nostra Newsletter