Dimensione del testo:
Aggiornato il: Domenica, Agosto 20 2017

I contrabbandieri lanciano centinaia di migranti africani in barca diretti verso lo Yemen

Contenuti da: Inter Press Service

ROMA, agosto 11 2017 (IPS) - Un totale di migranti 300 sono stati riferiti che sono stati costretti dalle barche negli ultimi due giorni da contrabbandieri fuori dalla costa dello Yemen - molti temevano di essere morti o scomparsi, ha riferito l'agenzia delle migrazioni delle Nazioni Unite.


"I sopravvissuti hanno detto ai nostri colleghi sulla spiaggia che il contrabbandiere li ha spinti nel mare quando ha visto alcuni" tipi di autorità "vicino alla costa", ha dichiarato Laurent de Boeck, capo della missione dell'Organizzazione internazionale per la migrazione dello Yemen (IOM).

"Ci hanno anche detto che il contrabbandiere è già tornato in Somalia per continuare la sua attività e raccogliere più migranti per portare in Yemen sulla stessa rotta. Questo è sconvolgente e inumano. La sofferenza degli immigrati in questo percorso di migrazione è enorme. Troppi giovani pagano i contrabbandieri con la falsa speranza di un futuro migliore ", ha aggiunto de Boeck.

"C'è qualcosa di fondamentalmente sbagliato in questo mondo se innumerevoli numeri di bambini possono essere annegati volontariamente e spietatamente nell'oceano, quando non sono più una semplice fonte di reddito e nulla è fatto per impedire che mai di nuovo accada". - IOM capo.

Secondo l'IOM, fino a 180 migranti sono stati riportati in mare da una barca oggi dai contrabbandieri. Finora sono stati recuperati cinque corpi, e circa 50 sono segnalati mancanti.

Quest'ultimo incidente arriva appena 24 ore dopo che i contrabbandieri hanno costretto più di 120 Somaliani e migranti etiopi in mare mentre si avvicinavano alla costa di Shabwa, un municipio di Yemen lungo il Mar Arabico, con conseguente affogamento di circa 50 migranti, ha dichiarato IOM. I migranti avevano sperato di raggiungere i paesi del Golfo attraverso Yemen in guerra.

Graves superficiali

Poco dopo la tragedia di agosto di 11, il personale dell'IOM ha trovato le tombe poco profonde dei migranti 29 su una spiaggia di Shabwa durante una pattuglia di routine. I morti erano stati rapidamente sepolti da coloro che sopravvissero alle azioni mortali del contrabbandiere. L'età media approssimativa dei passeggeri sulla barca era 16.

"Il segretario generale delle Nazioni Unite è infastidito da questa continua tragedia", ha detto il suo portavoce Stéphane Dujarric ai giornalisti al briefing giornaliero di New York.

"Ecco perché continua a sottolineare che la comunità internazionale deve dare priorità alla prevenzione e alla risoluzione di una serie di situazioni che generano sia il movimento di massa che l'esposizione di persone già in movimento a un pericolo importante", ha aggiunto, sottolineando la necessità di aumentare i percorsi giuridici Per la migrazione regolare e offrire alternative credibili a questi incroci pericolosi per le persone che hanno bisogno di protezione internazionale.

30,000 sotto l'età di 18

A partire dal gennaio di quest'anno, IOM stima che i migranti 55,000 abbiano lasciato il Corno d'Africa a venire in Yemen, soprattutto allo scopo di cercare migliori opportunità nei paesi del Golfo.

Più di 30,000 di questi migranti sono sotto l'età di 18 dalla Somalia e dall'Etiopia, mentre un terzo è stimato a femmina, secondo l'organismo specializzato dell'ONU.

"Questo viaggio è particolarmente pericoloso durante l'attuale stagione ventosa nell'Oceano Indiano. I contrabbandieri sono attivi nel Mar Rosso e nel Golfo di Aden, offrendo false promesse ai migranti vulnerabili ".

IOM e suoi partner operano in tutta la regione per sostenere questi migranti e fornire assistenza per la salvaguardia della vita a coloro che si trovano abusati o bloccati lungo il percorso.

Forzato nel mare

Nel frattempo, IOM ha riferito che i migranti etiopi 160 sono stati costretti violentemente in mare al largo della costa dello Yemen sulla mattina di agosto di 8.

Ciò avviene un giorno dopo la presunta morte di 50 migranti etiopi e somali durante un incidente simile, aggiunge.
"Come nel caso di 9 agosto, questa tragedia si è svolta al largo della costa di Shabwa, un municipio di Yemen lungo il Mar Arabico - anche se in una posizione diversa e più vicina alla riva".

Il personale dell'agenzia migratrice delle Nazioni Unite ha trovato sei corpi sulla spiaggia - due maschi e quattro femmine. Un altro migrante 13 etiopico ancora manca (non contabilizzato).

IOM in 10 agosto ha fornito assistenza medica di emergenza ai migranti 57. L'agenzia delle Nazioni Unite ha anche fornito ai migranti sopravvissuti l'assistenza alimentare, dell'acqua e di altri aiuti di emergenza. I migranti 84 (oltre al 57) hanno lasciato la spiaggia.

L'agenzia migratoria delle Nazioni Unite ha anche riferito che ogni anno, migliaia di migranti rischiano la loro vita su questa via pericolosa per i paesi del Golfo attraverso lo Yemen, un paese in crisi.

"Il viaggio e la situazione nello Yemen sono estremamente pericolosi per i migranti. L'effetto psicologico che queste esperienze hanno sui bambini può essere enorme ".

Ecco perché l'IOM ha incorporato psicologi incorporati nelle loro squadre di pattuglia sulle spiagge dello Yemen.

"Le azioni mortali dei contrabbandieri su 10 August portano il numero totale di presunti morti negli ultimi due giorni vicino a 70. IOM è a conoscenza di 114 morto o mancante in 2017 al largo della costa dello Yemen (Golfo di Aden e nel Mar Rosso lungo la strada verso Yemen) e 109 in 2016. Il totale effettivo è probabilmente più alto.

Trattati brutalmente

I sopravvissuti di entrambi gli incidenti hanno descritto il loro viaggio con i contrabbandieri all'IOM:

"Durante il viaggio, i migranti erano stati trattati brutalmente dai contrabbandieri. Sono stati costretti ad abbattere per tutta la durata del viaggio da Ambah Shore in Somalia, che a volte richiede tra 24-36 ore, in modo che i contrabbandieri possano aumentare il numero di persone in barca ...

"... I migranti non potevano muoversi all'interno della barca. Non era permesso uno spazio privato o separato per usare il bagno e dovuto urinare su se stessi ...

"... In alcuni casi, i contrabbandieri legarono le mani in modo che se qualcosa accadesse, non sarebbero in grado di correre o nuotare o salvare la propria vita. Se uno dei migranti si spostava accidentalmente, sarebbe stato picchiato o addirittura ucciso ...

"... I migranti non sono stati autorizzati a prendere cibo o acqua sufficiente nel viaggio per soddisfare le loro esigenze fondamentali. Sono stati ammessi solo una o due litri di acqua e un piccolo pasto. Hanno anche affrontato molte pericolose durante il viaggio nella stagione ventosa ".

I sopravvissuti migranti provenienti da altri viaggi di contrabbando hanno informato l'IOM che le reti di contrabbandiere di solito si coordinano quando i migranti arrivano in Yemen in modo che avranno una posizione di raccolta.

"Alcuni migranti che sono in grado di pagare soldi extra sono presi in auto a destinazioni sconosciute. Altri, che non hanno soldi, camminano per lunghe distanze, senza sapere dove si dirigono.

Spinto dalle barche

Recentemente, i contrabbandieri stanno spingendo i migranti dalle barche, temendo che le forze di sicurezza possano arrestarle. Questo è quanto è accaduto negli ultimi due giorni a Shabowa, ha affermato Lina Koussa, responsabile di risposta di emergenza di IOM ad Aden.

  • Milioni di donne e bambini in vendita per sesso, schiavitù, organi ...
  • Le donne migranti africane affrontano "abuso sessuale sconvolgente" sul viaggio in Europa
  • Nessun accesso alla giustizia per i lavoratori migranti nell'Asia sudorientale
  • È la giornata mondiale contro la tratta di persone. Cosa dobbiamo fare ora?
  • Migranti che attraversano la frontiera USA-Messico morendo a una velocità più veloce. Altri morti in Mediterraneo
  • Non solo i numeri: i migranti raccontano le loro storie
  • Questa è la nazione di 170 milioni di bambini svenuti
  • Cambiamenti climatici: la migrazione della povertà: il nuovo "triangolo Bermuda" inumano
  • 'Affrontare la disoccupazione africana della gioventù rurale adesso o migreranno'
  • Contributi migranti allo sviluppo: creazione di una "nuova narrazione positiva"
  • Mettere il riflettore sulle donne migranti
  • Nessun muro per l'Etiopia, piuttosto una porta aperta - anche per il suo nemico
  • Più copertura IPS correlata

"Condanniamo gli atti dei contrabbandieri dalla costa dello Yemen - 120 i migranti somali e etiopi sono stati costretti da una barca ieri e un altro 160 oggi è ancora sconosciuto", ha dichiarato William Lacy Swing, direttore generale dell'IOM.

"Il disinteresse totale per la vita umana di questi contrabbandieri e di tutti i contrabbandieri umani in tutto il mondo non è niente di meno che immorale. Qual è la vita di un'adolescente? Su questa rotta verso i paesi del Golfo, può essere un minimo di 100 USD ", ha affermato il capo dell'IOM.

Qualcosa di errore in questo mondo

"C'è qualcosa di fondamentalmente sbagliato in questo mondo se innumerevoli numeri di bambini possono essere annegati volontariamente e spietatamente nell'oceano, quando non sono più una semplice fonte di reddito e nulla è fatto per impedire che mai di nuovo accada".

Non dovrebbe mai essere accaduto in primo luogo, ha aggiunto.

"Non dobbiamo aspettare le tragedie come queste per dimostrare che la cooperazione internazionale deve essere rafforzata per combattere il contrabbando umano - non solo attraverso la politica ma con un'azione reale in questi percorsi di contrabbando".

Questo è un percorso di contrabbando e molto pericoloso. Yemen soffre una delle crisi umanitarie più gravi di oggi, ha dichiarato William Lacy Swing.

I paesi che hanno conflitto o crisi come lo Yemen hanno bisogno di un maggiore sostegno per rafforzare l'applicazione delle forze dell'ordine e la gestione delle frontiere umanitarie con l'obiettivo di proteggere i migranti vulnerabili come questi bambini 16, ha detto.

"I miei pensieri sono con le loro famiglie e le persone amate in Etiopia e in Somalia. Sto promettendo loro che l'IOM non li dimenticherà e continuerà a combattere per proteggere i diritti e la dignità delle future generazioni di migranti ", ha concluso Swing.

120 Somali ed etiopi, forzati nel mare di Pitching

L'IOM in data 9 agosto ha riferito da Aden che quella mattina, un contrabbando umano, responsabile della barca, ha costretto più di 120 somali e migranti etiopi nel mare di lancio mentre si avvicinavano alla costa di Shabwa, un municipio di Yemen lungo il Mar Arabico. I migranti avevano sperato di raggiungere i paesi del Golfo attraverso Yemen in guerra.

Poco dopo la tragedia, il personale dell'IOM, l'agenzia di migrazione delle Nazioni Unite, ha trovato le tombe poco profonde dei migranti 29 su una spiaggia di Shabwa durante una pattuglia di routine.

I morti erano stati rapidamente sepolti da coloro che sopravvissero alle azioni mortali del contrabbandiere. L'IOM lavora a stretto contatto con il Comitato Internazionale della Croce Rossa per assicurare la cura adeguata dei resti dei defunti dei migranti.

Collegarsi con US

Iscriviti alla nostra Newsletter